Lago Kaindy, lo specchio d’acqua da cui emergono gli alberi capovolti
Wildlife

Lago Kaindy, lo specchio d’acqua da cui emergono gli alberi capovolti

Lago Kaindy ,Kazakhistan

Lago Kaindy, lo specchio d’acqua da cui emergono gli alberi capovolti

Il lago Kaindy si trova in Kazakistan, immerso tra i boschi dei monti Tian Shan e dista poco più di 100 chilometri dalla città di Almaty. Situato ad un’altitudine di circa 2.000 metri sul livello del mare, il lago è lungo 400 metri e raggiunge una profondità di quasi 30 metri. Si tratta di uno specchio d’acqua dalle bellissime colorazioni, diventato famoso per una serie di alberi capovolti che spuntano al centro della sua superficie. Una vera foresta sommersa di abeti rossi che sopra l’acqua mostrano i tronchi, mentre sotto nascondono i rami e le foglie.



L’origine del lago è dovuta ad un forte terremoto avvenuto nel 1911 che cambiò definitivamente la morfologia della vallata asiatica. La scossa, di magnitudo 7.7 della scala Richter, provocò una frana calcarea che andò a chiudere la gola creando una diga naturale, dove poi si formò il lago. La bassa temperatura dell’acqua intrappolò gli alberi caduti durante il sisma, impedendone il normale decadimento organico. Una sorta di ibernazione, che ancora oggi contribuisce a preservare la parziale integrità di una foresta sommersa e capovolta.



Il lago Kaindy è sicuramente una delle attrazioni preferite dai sub di tutto il mondo, affascinati da uno dei fondali più insoliti e surreali che ci si possa aspettare di ammirare in un’immersione. Durante l’inverno la temperatura dell’acqua scende sotto lo zero, mentre in estate non supera i 6°C. Il periodo migliore per visitare il lago va dalla primavera fino all’inizio dell’autunno, quando i colori della natura circostante si mostrano in tutto il loro splendore.



#Lake