Giardini perduti di Heligan, tesoro segreto della Cornovaglia
Wildlife Attraction

Giardini perduti di Heligan, tesoro segreto della Cornovaglia

Giardini perduti di Heligan,United Kingdom

Giardini perduti di Heligan, tesoro segreto della Cornovaglia

I Giardini perduti di Heligan, nascosti nel cuore della campagna inglese, sono un insieme di splendide piante tropicali, laghetti, orti vittoriani e misteriose sculture giganti che emergono da una vegetazione lussureggiante. Si tratta di un parco di 80 acri, un tesoro perduto, riscoperto e riportato al suo antico splendore solo negli anni novanta. Questa meraviglioso complesso di giardini, situato nei pressi del villaggio di Pentewan in Cornovaglia, fu acquistato nel 1659 dalla famiglia Tremayne che, tra 1829 e il 1907, ne curò lo sviluppo incrementando la tenuta con vari tipi di giardini e con un enorme numero di piantagioni di rododendri e felci.



La storia dei giardini si interruppe nella prima metà del XX secolo con l’arrivo della Prima Guerra Mondiale. La villa, che venne impiegata come ospedale da campo e poi destinata ad alloggio per le truppe americane, fu lasciata cadere in rovina insieme ai suoi meravigliosi giardini. Nel 1990 il giardino fu riscoperto da un erede della famiglia Tremayne che con l’aiuto del produttore discografico Tim Smit e il supporto finanziario di alcuni appassionati riuscì a riportare il parco alla sua antica bellezza secolare. L’ambizioso lavoro di rinascita fu portato a termine nel giro di un anno e venne considerato dal Times come "il progetto di restauro del secolo". I Giardini perduti di Heligan sono oggi proprietà di Smit e della sua società e continuano a crescere mirando ad espandersi per oltre 300 acri.



Questo strabiliante parco, chiamato Lost Gardens of Heligan, è oggi uno dei giardini botanici di maggiore interesse di tutto il Regno Unito. Tra le sue innumerevoli bellezze, oltre all’incredibile varietà di camelie e rododendri (Patrimonio Nazionale) e ai diversi giardini attraversati da incantevoli passerelle e romantici tunnel di bambù, si possono ammirare le seducenti statue dell’artista Susan Hill: la “Ragazza di Fango” e la “Testa Gigante”, due sculture adagiate sul terreno e ricoperte da leggeri strati di vegetazione che cambiano aspetto e colore in base alle stagioni. E ancora la “Giungla” (the Jungle), rigogliosa e sempre più ricca di piante tropicali, al punto tale da aver creato un microclima indipendente che misura 5° in più rispetto al resto dei giardini.



Al parco si aggiunge anche una piantagione di ananas europea, l’unico posto in Europa dove la pianta viene coltivata secondo un antico metodo, una tecnica usata nei climi freddi, grazie al calore prodotto dal letame. In questo paradiso trovano il proprio habitat anche molte specie di fauna selvatica, principalmente rappresentata da volpi, lontre e uccelli predatori. I Lost Gardens of Heligan sono aperti ai visitatori ogni giorno dell'anno e offrono uno spettacolo sempre diverso e suggestivo. Al suo interno, oltre alla possibilità di fare campeggio, si svolgono visite guidate con tanto di corsi per riconoscere le piante commestibili, eventi teatrali e spettacoli vari. Tutte le informazioni riguardo gli orari di apertura e i prezzi di ingresso potete trovarli sul sito: https://www.heligan.com/



#Park